Antico Dolo

Antico Dolo

"Antico Dolo": il ristorante !
Cucina veneziana
Personale appasionato e qualificato
Homepage
Venite a trovarci in Ruga Rialto a Venezia.
Serviamo solo pesce fresco di giornata proveniente dal vicino Mercato di Rialto.
La cucina del ristorante "Antico Dolo" affonda le sue radici nella storia veneziana. Tutta Venezia: gondolieri, commercianti, orafi, pescivendoli, semplici trasportatori, ha fatto capolino da noi durante la storia della Serenissima. A metà del '900, quando la città contava quasi trecentomila abitanti, qui a Rialto la mattina si faticava a passare: le donne uscivano di casa alle sei per recarsi a "Rialto", e finite le commissioni si autogratificavano concedendosi un "cicheto" di trippa Rissa o un bocconcino di baccala Mantecato, delizioso stoccafisso lessato e mantecato a mano con olio d'oliva e pepe nero. Da noi il bacalà mantecato è esclusivamente ottenuto utilizzando stoccafissi del tipo "Ragno", i più pregiati, e viene mantecato solo a mano ogni giorno e se troverete una piccola spina fungerà da marchio di autenticità del bacalà stesso.

Il Capodanno all'Antico Dolo di Venezia



Accettiamo le seguenti
carte di credito

Ricette veneziane dell'Antico Dolo

Insalatine di Seppioline all'Antico Dolo: Tagliare finemente le seppioline poco prima arrostite sulla griglia, eliminando solo la testa e l'intestino. Preparare a parte del radicchio rosso tardivo ben lavato e tagliarlo anch'esso finemente. Unirvi le strisciette di seppioline, condire con olio extra-vergine, sale, pepe bianco macinato, aceto balsamico di Modena. Stendere il composto ottenuto su di un lettino di polenta bianca preparata portando a ebollizione 1 lt d'acqua ed aggiungendovi, oltre al sale, 300 gr di farina di polenta gialla, rimestando con la frusta per i primi 10 minuti, quindi completando la cottura per altri 30 minuti circa.
Guarnire con prezzemolo fresco sminuzzato e voilà!

Bacalà mantecato all'Antico Dolo: mettere a bagno per 12 ore uno stoccafisso "Ragno". Una volta sgocciolato, adagiarlo in una pentola capiente immergendolo in acqua fredda e quindi, portando ad ebollizione, cuocere per 20 minuti e farlo riposare una volta sgocciolato: liscarlo e sminuzzarlo con le mani in una pentola stretta ed alta, aggiungervi poco alla volta olio d'oliva extra-vergine, una testa d'aglio, sale e pepe in abbondanza. Lavorarlo con un mestolo di legno a lungo, come una maionaise poco a poco prenderà consistenza una crema corposa.
Servire con polenta arrosta o crostini di pane toscano che ne esaltano il sapore.